LA CHIESA

      


> e-mail    > chi siamo    > scripts e banners   > newsletters    > translate ita>eng

LITURGIA

> 23 Maggio 2018 <

Lunedì 21 Maggio 2018

Martedì 22 Maggio 2018

Mercoledì 23 Maggio 2018

Giovedì 24 Maggio 2018

Venerdì 25 Maggio 2018

Sabato 26 Maggio 2018

Domenica 27 Maggio 2018

Lunedì 28 Maggio 2018

Martedì 29 Maggio 2018

Mercoledì 30 Maggio 2018


Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:



  Mercoledì della VII settimana del Tempo Ordinario (Anno pari)

> Vai direttamente alle OMELIE 

Grado della Celebrazione: Feria
Colore liturgico: Verde
PO073 ;
Quello che mi sorprende maggiormente in questo dialogo è che sia Giovanni a formulare l’obiezione contro questo "qualcuno" che scaccerebbe i demoni nel nome di Gesù, senza essere dei discepoli di Gesù. Se si tratta dello stesso Giovanni autore del quarto Vangelo e delle lettere, capisco l’enorme cammino percorso da lui da quest’episodio al Calvario e poi fino alla redazione degli scritti giovannei, così impregnati di Spirito Santo e così vicini non all’obiezione di Giovanni, ma alla risposta di Gesù.
Non bisogna disperarsi: se si ha un peso sul cuore, diciamolo a Gesù, e diciamolo con la semplicità di Giovanni. Gesù risponderà con la stessa dolcezza e con la stessa prontezza con cui ha risposto a Giovanni e insegnerà che “non c’è nessuno che faccia un miracolo nel suo nome e subito dopo possa parlare male di lui”.
Invece di perseverare nella nostra collera e nella nostra contrarietà, andiamo a parlare a Gesù, al Santo Sacramento. Cristo ci risponderà creando in noi un nuovo modo di accogliere e ci farà progredire poco alla volta, fino a farci raggiungere le altezze della mistica e della santità dell’apostolo Giovanni.

Ricevi la Liturgia via mail >
Ascolta il Vangelo >

Antifona d'ingresso
Confido, Signore, nella tua misericordia.
Gioisca il mio cuore nella tua salvezza,
canti al Signore che mi ha beneficato. (Sal 13,6)


Colletta
Il tuo aiuto, Padre misericordioso,
ci renda sempre attenti alla voce dello Spirito,
perché possiamo conoscere
ciò che è conforme alla tua volontà
e attuarlo nelle parole e nelle opere.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

>

Prima lettura

Giac 4,13-17
Non sapete quale sarà domani la vostra vita. Dovreste dire invece: «Se il Signore vorrà».

Dalla lettera di san Giacomo apostolo

Ora [mi rivolgo] a voi, che dite: «Oggi o domani andremo nella tal città e vi passeremo un anno e faremo affari e guadagni», mentre non sapete quale sarà domani la vostra vita! Siete come vapore che appare per un istante e poi scompare.
Dovreste dire invece: «Se il Signore vorrà, vivremo e faremo questo o quello». Ora invece vi vantate nella vostra arroganza; ogni vanto di questo genere è iniquo.
Chi dunque sa fare il bene e non lo fa, commette peccato.

Parola di Dio

>

Salmo responsoriale

Sal 48

Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.

Ascoltate questo, popoli tutti,
porgete l’orecchio, voi tutti abitanti del mondo,
voi, gente del popolo e nobili,
ricchi e poveri insieme.

Perché dovrò temere nei giorni del male,
quando mi circonda la malizia
di quelli che mi fanno inciampare?
Essi confidano nella loro forza,
si vantano della loro grande ricchezza.

Certo, l’uomo non può riscattare se stesso
né pagare a Dio il proprio prezzo.
Troppo caro sarebbe il riscatto di una vita:
non sarà mai sufficiente
per vivere senza fine e non vedere la fossa.

Vedrai infatti morire i sapienti;
periranno insieme lo stolto e l’insensato
e lasceranno ad altri le loro ricchezze.

Canto al Vangelo (Gv 14,6)
Alleluia, alleluia.
Io sono la via, la verità e la vita, dice il Signore.
Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.
Alleluia.

>

Vangelo

Mc 9,38-40
Chi non è contro di noi è per noi.


+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Giovanni disse a Gesù: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perché non ci seguiva».
Ma Gesù disse: «Non glielo impedite, perché non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: chi non è contro di noi è per noi».

Parola del Signore

Preghiera dei fedeli
Dio interviene liberamente nella storia, scegliendo a volte testimoni inaspettati. Invero, chi opera il bene e confessa il nome di Gesù è già nella verità. Fiduciosi ripetiamo:
Padre, ascoltaci nel nome di Gesù!

- Fa' che la Chiesa sappia rispondere alle attese profonde dell'uomo d'oggi, donandogli la tua pace. Ti Preghiamo.
- Fa' che il dialogo fra i cristiani e i rappresentanti delle altre religioni continui fraternamente per il bene dell'umanità. Ti Preghiamo.
- Fa' che la nostra nazione non si spaventi per il male diffuso e proclamato, ma confidi nella bontà silenziosa di molti. Ti Preghiamo.
- Fa' che i nostri schemi pastorali siano sempre completati dalla tua meravigliosa onnipotenza. Ti Preghiamo.
- Fa' che tutti i frammenti di bene sparsi nel mondo siano raccolti insieme nell'unico pane che offriamo a te. Ti Preghiamo.
- Per chi si interroga su Gesù Cristo e sulla Chiesa. Preghiamo.
- Per chi fa il bene silenziosamente. Preghiamo.

La tua grazia, Signore, porti a compimento il bene presente in ogni uomo, perché con il Cristo tuo Figlio, principio e sintesi di ogni cosa, l'umanità tutta canti all'infinita tua grandezza per i secoli eterni. Amen.

Preghiera sulle offerte
Accogli, Signore, quest’offerta
espressione della nostra fede;
fa’ che dia gloria al tuo nome
e giovi alla salvezza del mondo.
Per Cristo nostro Signore.


Antifona di comunione
Annunzierò tutte le tue meraviglie.
In te gioisco ed esulto, canto inni al tuo nome,
o Altissimo. (Sal 9,2-3)

Oppure:
Signore, io credo che tu sei il Cristo,
il Figlio del Dio vivente, venuto in questo mondo. (Gv 11,27)


Preghiera dopo la comunione
Il pane che ci hai donato, Signore,
in questo sacramento di salvezza,
sia per tutti noi pegno sicuro di vita eterna.
Per Cristo nostro Signore.


O M E L I E
a cura di
Qumran2.net

Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 23-05-2018)
Commento su Gc 4, 14-15
«Ma che è mai la vostra vita? Siete come vapore che appare per un istante e poi scompare. Dovreste dire invece: Se il Signore vorrà, vivremo e faremo questo o quello. Ora invece vi vantate nella vostra arroganza; ogni vanto di questo genere è iniquo. Chi dunque sa fare il bene e non lo compie commet ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 23-05-2018)
Non glielo impedite
La Legge del Signore proibisce ad ogni uomo di fare il male. Il male è morte dell'anima, dello spirito, del corpo. Esso va sempre evitato. Ad ogni uomo va insegnato cosa è il male perché non lo faccia, ma anche cosa è il bene perché si dedichi ad esso con tutto il cuore, la mente, i pensieri, l'anim ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 18-05-2016)
Commento su Mc 9,40
«Chi non è contro di noi è per noi». Mc 9,40 Come vivere questa Parola? Il Vangelo racconta di una persona che scacciava i demoni nel nome di Gesù e gli apostoli vorrebbero impedirglielo perché non apparteneva al loro gruppo, ma Gesù li invita a non ostacolare tale attività, perché nessuno può fa ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 18-05-2016)
Chi non è contro di noi è per noi
Il solo evento che mi viene in mente dalla Scrittura Antica, come aiuto perché si rifletta e si comprenda bene quanto Gesù vuole significare ai suoi discepoli con le sue parole: "Chi non è contro di noi è per noi", è la richiesta fatta da Mosè a Sicon, re degli Amorrei. A costui chiese di non schier ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 26-02-2014)

i guaritori dell'epoca si avvicinavano all'ammalato e cominciavano a praticare strani gesti taumaturgici, invocando l'aiuto di grandi uomini del passato, Salomone, fra tutti, e del presente. Il fatto che qualche guaritore avesse iniziato a citare Gesù ci rivela quanto la sua fama si stesse diffonden ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 26-02-2014)
Non glielo impedite
La saggezza della lingua è sempre saggezza del cuore. Un cuore saggio proferisce parole sapienti, un cuore stolto, empio, falso, di pietra, mai potrà proferire parole di verità. Sempre dalla bocca si riconosce il cuore. Essa ne è lo specchio. Tutto viene manifestato, rivelato, messo in piena luce. G ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 26-02-2014)
Commento su Mc 9,40
"Chi non è contro di noi, è per noi" Mc 9,40 Come vivere questa Parola? Per capire il senso di questo aforisma di Gesù è indispensabile cogliere il senso, nel suo preciso contesto. L'apostolo Giovanni, irruente figlio di Zebedeo, esprime il suo risentimento dicendo: "Maestro, abbiamo visto uno c ...
(continua)
Paolo Curtaz     (Omelia del 22-05-2013)
Commento su Mc 9,38-40
I guaritori del tempo invocavano l'aiuto di grandi uomini del passato per cercare di sanare chi si rivolgeva alla loro preghiera. Gesti magici e scaramantici accompagnavano la scena in una cultura che legava strettamente la malattia all'opera del maligno. Qualcuno fra questi santoni, probabilmente, ...
(continua)
Monaci Benedettini Silvestrini     (Omelia del 22-05-2013)
Nel nome di Gesù
Molto spesso essere credenti può significare essere settari. Capita, con una certa frequenza di creare intorno alla nostra fede, mal compresa e mal vissuta, dei profondi fossati o delle alte mura praticamente invalicabili. Significa interpretare l'ovile come una fortezza da difendere da ogni possibi ...
(continua)
Riccardo Ripoli     (Omelia del 22-05-2013)
Chi non è contro di noi è per noi.
Qualche tempo fa abbiamo organizzato una conferenza sull'affido in una città diversa dalla nostra. Noi abbiamo provveduto a diramare gli inviti tra i nostri conoscenti, mentre l'ente che ci supportava nell'organizzazione ha mandato gli inviti istituzionali chiedendo al comune di riferimento di esten ...
(continua)
Movimento Apostolico - rito romano     (Omelia del 22-05-2013)
Chi non è contro di noi è per noi
Ogni vero bene viene sempre dal Signore. Possiamo applicare al bene, la stessa legge che vale per la Sapienza. Ecco cosa ci insegna il Libro del Siracide. Ogni sapienza viene dal Signore e con lui rimane per sempre. La sabbia del mare, le gocce della pioggia e i giorni dei secoli chi li potrà con ...
(continua)
Casa di Preghiera San Biagio FMA     (Omelia del 22-05-2013)
Commento su Siracide 4,12
La sapienza esalta i suoi figli e si prende cura di quanti la cercano Sir 4,12 Come vivere questa Parola? Nella sua riflessione graduale sulla sapienza oggi il libro del Siracide ce la presenta in una delle sue molteplici espressioni: la sapienza educatrice. Quella che si rivolge al figlio / alli ...
(continua)